Perché non riesco a dimagrire? I 10 possibili errori che stai commettendo

Anche seguendo una dieta e facendo attività fisica non riesci a dimagrire? Ecco i 10 errori che probabilmente stai commettendo
Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Perché non riesco a dimagrire

Perché non riesco a dimagrire? I 10 possibili errori che stai commettendo

Share on facebook
Facebook
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on linkedin
LinkedIn

Perdere peso è davvero difficile.

Spesso e volentieri infatti anche seguendo una dieta e facendo attività fisica il numero sulla bilancia sembra non scendere mai, portandoci a pensare che dimagrire sia impossibile.

Ci sono però dei piccoli errori che potresti star facendo, molti dei quali sono dovuti a concetti di vecchia data.

Ecco i 10 errori che probabilmente stai commettendo mentre cerchi di perdere peso.

1. Dai attenzione solo alla bilancia ma anche i muscoli contano

Dieta ferrea per settimane, attività fisica costante, sali sulla bilancia e nulla si è mosso?

Capita, più spesso di quanto tu possa pensare.

Il numero sulla bilancia, che definisce il nostro peso, è, appunto, un numero, e come tale non tiene conto di alcune variabili che possono entrare in gioco nelle prime settimane del tuo fitness journey.

Quando cominci a fare attività fisica o comunque la riprendi dopo un periodo di pausa è normale che i tuoi muscoli si “gonfino” trattenendo acqua. Da questo dipende il fatto che nelle prime settimane di dieta e attività fisica combinata molte persone prendano addirittura peso; in realtà non si tratta di peso vero e proprio ma semplicemente di acqua e liquidi, che andranno via dopo le prime settimane.

Cosa succede invece se segui la dieta e ti alleni ormai da un po’ ma il tuo peso è rimasto comunque lo stesso?

Semplice, stai perdendo grasso ma mettendo su muscolo ed è per questo che il numero rimane lo stesso.

Il tuo corpo però sta cambiando.

Come fare quindi a capire se stiamo dimagrendo anche se il numero della bilancia rimane lo stesso?

Misurati, simple like that!

Prendi la tua rullina metrica e comincia a comparare le misurazioni di adesso con quelle dell’inizio, avrai sicuramente perso centimetri!

Un modo ancora più semplice? I vestiti!

Se i tuoi vestiti preferiti cadono meglio, se i jeans che tanto ami non stringono più, se il fastidioso muffin top sta iniziando a scomparire… congratulazioni, stai dimagrendo anche se la bilancia ti dice una cosa diversa!

È inoltre importantissimo fare delle foto all’inizio del nostro percorso: a volte il peso rimane lo stesso ma il nostro corpo è cambiato totalmente!

Le foto del “prima e dopo” sono importantissime per “controllare” i nostri progressi.

2. Mangi troppo poche calorie

Diete troppo restrittive, povere di carboidrati, incredibilmente difficili da gestire, sono un altro dei motivi per cui probabilmente non stai dimagrendo.

Ricorda sempre che anche le diete, come tutto il resto, vanno fatte nella giusta misura: mangiare pochissime calorie al giorno non è la soluzione.

Le diete troppo restrittive sia sui cibi che sulle calorie alla lunga sono controproducenti, infatti portano ad una significativa perdita di massa magra e rallentano notevolmente il metabolismo.

3. Sottostimi le calorie che introduci e non tieni traccia di ciò che mangi

Un altro motivo per cui probabilmente non stai perdendo peso come dovresti è perché stai SOTTOSTIMANDO il numero delle calorie che introduci.

Questo è uno degli errori più comuni di chi cerca di perdere peso.

Può essere dovuto a diversi fattori, per esempio quello psicologico, o al fatto che introduci quantità troppo elevate di cibi considerati sani ma molto calorici (come ad esempio la frutta secca).

Non tenere traccia di ciò che introduci durante la giornata, non dare il giusto peso alle grammature e porzioni dei tuoi pasti, può portarti dritto a commettere questo errore.

Un piccolo aiuto: consigli per il tracciamento calorico.

4. Sovrastimi le calorie bruciate durante l’allenamento

Allenamento sì, calorie che volano via anche, ma non siamo tutti uguali.

Spesso quando iniziamo un allenamento o quando seguiamo una determinata scheda per il workout andiamo in giro a guardare quante calorie si dovrebbero bruciare in quella determinata sessione di allenamento e spesso siamo fuorviati dai numeri che vengono fuori.

Quando pensi alle calorie bruciate durante un allenamento devi anche tener conto dell’intensità, delle condizioni fisiche, dell’età, del peso e così via, perché quello che può essere vero per me non è detto che lo sia per te.

Non siamo tutti uguali fisicamente e soprattutto non siamo tutti allo stesso punto nell’approccio fitness, quindi, per esempio, chi si allena da anni, ha una massa muscolare più sviluppata, mantiene meglio una alta intensità durante il workout, brucerà più calorie in quella sessione.

Probabilmente quindi stai bruciando MENO CALORIE di quello che pensavi durante l’allenamento e quindi a fine settimana avrai creato un deficit calorico molto più basso di quello preventivato, ed ecco perché non stai perdendo peso come devi.

Il modo più efficace di tenere conto delle calorie bruciate durante una sessione di allenamento è quella di acquistare un fitness tracker o uno smartwatch, che ti aiuti a capire la vera e propria portata dell’azione del tuo allenamento sulla tua vita.

5. Segui la dieta durante la settimana ma ti abbuffi nei weekend

Chi non ha fatto questa cosa almeno una volta (o trecento) alzi la mano!

Le diete troppo restrittive finiscono per far sì che si mettano in atto delle vere e proprie abbuffate durante il weekend.

Così facendo si finisce per neutralizzare il deficit calorico creato durante la settimana.

Per evitare che questo avvenga è sempre meglio seguire una dieta bilanciata e concedersi di tanto in tanto qualche sfizio, senza lasciare interi giorni “liberi” durante la dieta, perché anche quello che avviene durante il weekend conta esattamente tanto quanto quello che avviene dal lunedì al venerdì.

6. Utilizzi una divisione dei macro non adatta alle tue esigenze

Dividere i macronutrienti è importante per evitare diete sbilanciate.

Diete troppo ricche di carboidrati e povere in proteine non aiutano affatto il tuo senso di fame e la crescita dei tuoi muscoli.

È importante anche mantenere sotto controllo la quantità di grassi che si ingerisce durante la giornata.

Inizialmente si può utilizzare una divisione dei macro che sia: 50-25-25, con il 50% dell’introito calorico giornaliero da carboidrati, il 25% dalle proteine e il 25% dai grassi.

7. Scegli i cibi sbagliati e continui a mangiare alte quantità di zucchero

Scegliere il giusto cibo è FONDAMENTALE all’interno di una dieta di successo.

Spesso vediamo commettere errori quali mangiare pochissimo di un cibo troppo calorico a pranzo o a cena, arrivando quindi all’intake calorico permesso praticamente con un unico cibo.

Niente di più sbagliato!

Bisogna saper scegliere cosa mangiare, prediligendo i cibi a basso contenuto calorico e voluminosi, in modo da sentirci più sazi e per più tempo.

Scegliere delle proteine magre (ad esempio il pollo invece che la salsiccia) ci permette di mangiare di più e di limitare i grassi che ingeriamo.

Stessa cosa per un alimento definito innocuo come lo yogurt: molta gente scegliere quello alla frutta, che è pieno di zuccheri.

Prediligendo invece uno yogurt bianco e magro potete aggiungere voi la frutta fresca e magari qualche cereale o frutta secca: in questo modo avrete più volume a parità di calorie e meno zuccheri aggiunti!

8. Continui ad ingerire calorie dalle bevande

Uno dei primi principi che insegnano oltre oceano quando si tratta di diete:

“DON’T DRINK YOUR CALORIES”.

Significa “non bere le tue calorie“, perché anche una bevanda può contribuire ad alzare il numero delle calorie ingerite nell’arco di una giornata.

I succhi di frutta, le varie bibite gassate, il vino, e via dicendo, sono pieni di zuccheri e non ti aiutano certo ad arrivare più vicino al tuo obiettivo.

Bevi solo acqua, in abbondanza, e concediti solamente una volta alla settimana la bibita che preferisci.

Anche qui gioca d’astuzia: il “danno” che arriva da una birra è senza dubbio minore da quello che arriva da una Coca-Cola!, infatti si stima che una lattina di Coca Cola da 330 ml abbia circa 35gr di zuccheri (quantitativo pari a 2 cucchiai e mezzo)

9. Hai raggiunto una fase di over-training e over-reaching

L’over-training, cioè il troppo esercizio fisico, è una cosa reale.

Fare troppi allenamenti, protrarli per troppo tempo, intensificarli fino alla sfinimento non vi porterà da nessuna parte.

Come sempre bisogna fare ogni cosa nella giusta misura, anche l’allenamento.

Sfinire il corpo e bruciare mille mila calorie non è la risposta, si finisce quasi sempre per creare l’effetto opposto, una totale avversione verso l’allenamento unito ad una impennata del cortisolo, ormone che ad alti livelli non ci aiuta assolutamente.

Alti livelli di cortisolo possono infatti portare ad una serie di conseguenze che forse vi sono familiari: sfinimento, irritabilità, fame nervosa, gonfiore addominale, sonno disturbato, svogliatezza.

Vogliamo essere sani, non stressati!

10. Dormi poco e non risposi abbastanza

Anche il sonno ha assolutamente il suo ruolo.

Il riposo che otteniamo durante il sonno è sacrosanto perché il nostro corpo, già sottoposto a forte stress da allenamento e dieta, possa recuperare.

Assicurati di dormire almeno sette ore e mezza a notte, programma il tuo rest day della settimana, il giorno in cui non ti allenerai, prenditi del tempo per te e coccolati un po’.

Non stai facendo niente di male, stai permettendo al tuo corpo di essere pronto per la nuova sfida che l’aspetta!

Articolo
Perché non riesco a dimagrire? I 10 possibili errori che stai commettendo
Titolo
Perché non riesco a dimagrire? I 10 possibili errori che stai commettendo
Descrizione
Anche seguendo una dieta e facendo attività fisica non riesci a dimagrire? Ecco i 10 errori che probabilmente stai commettendo
Autore

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *